Moschea di al-Aqsa, gruppi di estremisti minacciano nuovi assalti.

Gerusalemme – Infopal. Gruppi di estremisti ebrei israeliani hanno incoraggiato ad attaccare la moschea di al Aqsa, a Gerusalemme, domenica.
L'assalto dovrebbe celebrare il “Giorno del Monte del Tempio”.

La “Fondazione al-Aqsa” ha diramato un comunicato stampa dove denuncia i piani dei fondamentalisti ebrei.

“Consideriamo molto grave – ha dichiarato la Fondazione – la diffusione di questi appelli attraverso i quali gruppi ebraici ispirati al Talmud invitano a profanare la Moschea al-Aqsa”.

Essa ha poi aggiunto che “questi gruppi stanno tentando di nuovo di penetrare nella moschea al-Aqsa: di recente hanno cercato di farlo in maniera circospetta, dato che nell’ultima settimana hanno compiuto un rapido giro intorno alla moschea”.

“Tutti questi appelli da parte ebraica si spiegano alla luce dei precedenti tentativi (messi in atto durante le recenti “feste ebraiche”) di invadere la Moschea falliti grazie a coloro che, legandosi ad un voto, hanno scelto di rimanere al suo interno in ritiro spirituale e in sua difesa”.

L’avvocato Zahi Nujidat, portavoce del Movimento islamico, ha ribadito l'importanza di continuare a frequentare la moschea, andandovi a pregare domenica mattina, 25 ottobre, poiché “questa sarà la migliore risposta ad ogni tentativo di violazione”.

Gruppi sionisti estremisti hanno diffuso attraverso la rete inviti alla profanazione della moschea Al-Aqsa e a partecipare alla riunione che essi terranno domenica mattina, 25 ottobre, in occasione del cosiddetto “Giorno dell’Ascesa al Monte del Tempio”.

Nello stesso contesto, organizzazioni ebraiche hanno rivolto inviti a partecipare ad una conferenza che si terrà domenica alle 19, a Gerusalemme, alla quale saranno presenti un certo numero di rabbini (gli esperti della Legge religiosa), politici e membri della Knesset, tutti interessati alla profanazione della moschea al-Aqsa.

Due settimane fa, la moschea di al-Aqsa e la Spianata delle Moschee sono state oggetto di gravi aggressioni israeliane. Fedeli musulmani sono rimasti asserragliati nel luogo di culto per diversi giorni, proteggendolo dai tentativi di invasione.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.