Nablus: coloni terrorizzano i palestinesi dopo lo scadere dello stop agli insediamenti

Nablus. Coloni israeliani hanno attaccato ieri mattina alcune aree del villaggio di Qaryut, a sud di Nablus, e fatto irruzione in alcune case palestinesi: lo riportano alcuni abitanti del vicino villaggio di Sara, che hanno riferito ai media di essere stati minacciati di morte da un gruppo di coloni a cavallo armati di lame e di bastoni e diretti a Qaryut. 

Abu Bashar, di Sara, ha raccontato che gli israeliani hanno invaso due case, e che tuttavia alcuni giovani li hanno costretti ad uscire dopo essersi scontrati con loro. Najla’a Abd al-Fattah ha dichiarato di essere stata minacciata dai coloni entrati nella sua abitazione.

Le attività coloniali in Cisgiordania hanno raggiunto un picco drammatico in seguito alla scadenza dello stop israeliano all’espansione degli insediamenti, terminato tre giorni fa.

Sempre in provincia di Nablus, un altro gruppo di coloni ha oltrepassato il recinto degli oliveti del villaggio di Awarta e rubato delle olive. Come ha spiegato la gente del luogo, gli invasori provenivano dalla vicina colonia di Yitzahar e non era la prima volta che commettevano un gesto simile.

Nella stessa giornata di ieri, migliaia di coloni si sono radunati vicino alla porta di Damasco, nella Città Vecchia di Gerusalemme. Secondo l’agenzia stampa palestinese Wafa, i manifestanti hanno cantato slogan a favore dell’espulsione dei palestinesi dalla Palestina.

Testimoni oculari hanno inoltre affermato che la polizia israeliana ha sbarrato la strada che porta a Silwan, un sobborgo molto vicino alla Città Vecchia, e che i negozianti della zona hanno quindi chiuso i loro esercizi temendo un attacco dei coloni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.