Nablus sotto assedio: di giorno, con le forze dell'Anp. Di notte, con l'esercito israeliano.

Nablus – Infopal

Questa mattina, nella città di Nablus, in Cisgiordania, le forze di occupazione israeliane hanno assaltato due moschee e sequestrato 7 palestinesi.

I militari hanno fatto irruzione nella moschea di Al-Khadra, al centro di Nablus, e in quella di An-Natur, nel quartiere di Rafidiya, a ovest, abbattendo le porte.

Sono state perquisite anche numerose abitazioni in strada Al-Basha, nel quartiere Ras Al-‘Ain, e nel quartiere di Al-Yasminah, nella Città Vecchia. 6 giovani sono stati sequestrati.

Si tratta di Majid Al-Masri, 19 anni; ‘Ala’a Abu Zant, 18; Mahmoud Al-‘Afury, 19; Fady Az-Zorba, 19; Kamil Abu Zant, 21; Mahdy Nizar, 20.

Ieri, il campo di Balata è stato preso d’assalto e più di 25 giovani sono stati rapiti.

Il nuovo piano per la sicurezza, supervisionato da Dayton, ha portato al dispiegamento di 300 poliziotti palestinesi, addestrati dai Servizi americani, che svolgono incursioni diurne, e dalle forze di occupazione israeliane che assaltano le strade e le case di notte. 

Dunque, non c’è pace per Nablus, né di notte né di giorno.

L’obiettivo che si prefigge il presidente dell’Anp, Mahmoud Abbas, palesemente sempre più vicino ai progetti statunitensi e israeliani, è infatti quello di distruggere ogni forma di resistenza palestinese in vista del "vertice di pace" di Annapolis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.