Navi israeliane bombardano pista di atterraggio di una base delle Forze Esecutive.

Fonti di sicurezza e testimoni oculari hanno riferito che, questa notte, motoscafi militari israeliani hanno bombardato con tre missili la pista di atterraggio di una base della sicurezza Ansar (gestito dalle Forze Esecutive appartenente al ministero degli Interni del governo Haniyah), a ovest della città di Gaza. Non sono pervenute notizie di vittime.
Le ambulanze e i vigili del fuoco sono accorsi sul posto dopo aver udito il bombardamento.

Dalla sua parte, l’ing. Ihab al-Ghasin, portavoce del ministero degli Interni, ha confermato che il bombardamento ha colpito la pista di atterraggio, a sud della sede di Ansar, vicino alla quale si stavano addestrando membri delle Forze Esecutive.

Al-Ghasin ha spiegato che la pista e le strutture vicine sono state danneggiate, ma che non ci sono vittime, perché il complesso era stata evacuato a seguito delle minacce israeliane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Navi israeliane bombardano pista di atterraggio di una base delle Forze Esecutive.

Fonti di sicurezza e testimoni oculari hanno riferito che, questa notte, motoscafi militari israeliani hanno bombardato con tre missili la pista di atterraggio di una base della sicurezza Ansar (gestito dalle Forze Esecutive appartenente al ministero degli Interni del governo Haniyah), a ovest della città di Gaza. Non sono pervenute notizie di vittime.
Le ambulanze e i vigili del fuoco sono accorsi sul posto dopo aver udito il bombardamento.

Dalla sua parte, l’ing. Ihab al-Ghasin, portavoce del ministero degli Interni, ha confermato che il bombardamento ha colpito la pista di atterraggio, a sud della sede di Ansar, vicino alla quale si stavano addestrando membri delle Forze Esecutive.

Al-Ghasin ha spiegato che la pista e le strutture vicine sono state danneggiate, ma che non ci sono vittime, perché il complesso era stata evacuato a seguito delle minacce israeliane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.