‘Negoziati di pace’: Israele approva altre 1600 abitazioni per ebrei fondamentalisti.


Gerusalemme. Ieri, il ministro dell'Interno israeliano ha approvato la costruzione di altre 1600 abitazioni destinate a ebrei fondamentalisti ultraortodossi della “colonia” di Ramat Shlomo, a Gerusalemme Est.

Il vice-presidente Usa, Joe Biden, ha dichiarato che tale decisione “mina gli sforzi per la ripresa del processo di pace in Medio Oriente”. E ha aggiunto di “condannare il progetto” in quanto viene attuato in contemporanea all'avvio dei negoziati tra Israele e l'Anp.

Biden ha sottolineato la necessità di “creare l'atmosfera giusta” per i colloqui israelo-palestinesi e che il piano edilizio approvato dal ministero dell'Interno minaccia l'inizio degli incontri.
E ha spiegato che gli Usa riconoscono Gerusalemme come città di grande importanza per palestinesi, ebrei, musulmani e cristiani.

L'inviato speciale per il Medio Oriente, George Mitchell, ha chiesto a Anp e Israele dall'astenersi dall'intraprendere azioni o affermazioni unilaterali che possano danneggiare il clima generale e minare i negoziati.

Da parte sua, l'Anp ha fatto sapere che il piano coloniale israeliano pone fine agli sforzi per la ripresa dei colloqui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.