Nel mese di agosto, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato 800 cittadini palestinesi.

Mahmoud Abu Hasira, portavoce dei detenuti palestinesi, ha rivelato ieri che durante il mese di agosto, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato più di 800 cittadini palestinesi tra la Cisgiordania e la Striscia di Gaza.

In una dichiarazione alla tv, Abu Hasira ha spiegato che tra i prigionieri figurano 56 operai, arrestati sul posto di lavoro, dentro la “linea verde”. E 4 pescatori, sequestrati di fronte alla spiaggia di Gaza.

Il portavoce dei detenuti ha condannato le politiche di arresto di massa eseguite dalle forze israeliane, e ha chiesto alle associazioni internazionali di intervenire per impedire tale pratica finalizzata a imporre una nuova realtà dentro le prigioni e i centri di detenzione israeliani.

L’attuale numero di detenuti palestinesi nelle diverse prigioni israeliane è di 11.000. Vivono in condizioni igienico-sanitarie, alimentari molto difficili e sono continuamente soggetti a violenze. Tra di essi ci sono molti bambini e donne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.