Nella Striscia di Gaza e in WB, manifestazioni del 15 marzo per unità nazionale

Gaza City. Per oggi, 15 marzo, i giovani palestinesi della Striscia di Gaza e della Cisgiordania hanno organizzato marce per l'unità nazionale e la fine delle conflittualità inter-palestinesi.

A Gaza City, da ieri sera, la piazza del Milite Ignoto è stata trasformata  in tendopoli, con materassi per terra, bandiere palestinesi, e tanti ragazzi che hanno passato la notte in attesa della manifestazione di questa mattina.

Il sito online dell'agenzia Ma'an parla di 3000 manifestanti radunatisi già ieri con striscioni inneggianti l'unità nazionale, e riporta le testimonianze di alcuni giovani che spiegano come la decisione di anticipare di un giorno la manifestazione è stata dettata dalla “paura che il governo Hamas chiudesse le strade e vietasse il corteo”.

Tuttavia, il premier di Gaza, Isma'il Haniyah, ieri ha chiesto al ministero dell'Interno di predisporre affinché le manifestazioni cittadine si svolgano in un clima sereno. Il corrispondente dell'AFP ha riferito che in piazza si vedono poche forze dell'ordine.

A Gaza, tuttavia, c'è il sentore che l'Anp di Ramallah, e in particolare Fatah, stiano tentando di strumentalizzare queste manifestazioni popolari per la riconciliazione nazionale in funzione “anti-Hamas” e anti-governo di Gaza, per far intendere che a rigettare l'unità è il movimento islamico.

Anche in Italia, a Roma, per oggi è stata organizzata una manifestazione per l'unità interpalestinese, promossa da alcuni movimenti di solidarietà alla Palestina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.