Nemer Hammad rassicura Israele: ‘Non permetteremo una terza Intifada’.

Il Cairo – Palestine-info. Nemer Hammad, consigliere del presidente dell'Autorità nazionale palestiense (il cui mandato è già scaduto) ha affermato che “l'Anp non permetterà che vi sia una terza Intifada”, rassicurando perciò gli occupanti sul fatto che le dimostrazioni che si tengono in Cisgiordania contro il Muro non si trasformeranno in una nuova rivolta popolare.

Hammad, nel corso di un convegno tenutosi al Cairo il 9 marzo, ha detto che “l'Anp di Ramallah si occupa solo di due cose: l'economia e la sicurezza. Siamo impegnati nel migliorare il livello di vita e nel garantire la sicurezza”.

Hammad ha poi minacciato di arresto tutti coloro che posseggono un'arma o un ordigno esplosivo per usarli in atti di resistenza contro gli occupanti, poiché adesso l'Anp è impegnata nello stabilizzare la situazione in Cisgiordania.

Queste dichiarazioni giungono dopo le minacce israeliane di entrare nelle terre amministrate dall'Anp e di procedere ad arresti se le milizie di Abbas non riusciranno a fermare le proteste dei palestinesi indirizzate contro le colonie e la giudaizzazione operata dai sionisti ai danni dei luoghi santi islamici.

Il quotidiano israeliano “Haaretz” assicura che queste dichiarazioni sono arrivate dopo alcuni incontri tenutisi tra responsabili d'alto rango della sicurezza israeliana e delle milizie di Abbas.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.