Netanyahu: ‘Poiché Gerusalemme non è un insediamento, non c’è bisogno di congelare le nuove costruzioni’.



Gerusalemme – Infopal. Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato che rifiuterà la richiesta degli Stati Uniti di bloccare la costruzione di insediamenti nel quartiere di Shaikh Jarrah, a Gerusalemme Est.

Ieri Netanyahu ha effettuato consultazioni con i suoi consiglieri e ha spiegato loro: “Sono rimasto sorpreso dalla richiesta americana, durante i miei colloqui con Barack Obama, a Washington. Gli ho risposto che non posso accettare alcuna limitazione alla nostra sovranità su Gerusalemme. Gerusalemme non è un insediamento, e non vi è motivo per parlare di congelamento”.

E ha aggiunto: “Nella precedente fase sono state costruite migliaia di unità abitative a Jabal Abu Ghneim, a Gerusalemme, e nessuno aveva obiettato, per questo ora non posso sottomettermi alla richiesta Usa: stiamo parlando di solo 20 unità”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.