Netanyahu propone un centro espulsione per i clandestini dall’Africa

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. Il primo ministro di Israele, Benjamin Netanyahu, ha espresso l'intenzione di realizzare un enorme campo di detenzione al confine con l'Egitto.

La nuova “prigione” sarà destinata al fermo dei clandestini – tra le centinaia di infiltrati dai Paesi dell'Africa in cerca di un lavoro in Israele – in attesa di un loro rimpatrio/espulsione.

Domenica prossima, 28 novembre, il Parlamento israeliano (Knesset) voterà la proposta del premier.

Il quotidiano israeliano Ha'aretz aveva pubblicato un reportage sulle nuove misure restrittive imposte ai richiedenti asilo politico nel Paese che iniziava a risentire dell'impatto dell'elevato numero di clandestini.

Solo ad ottobre 2010 si sono registrati 1.300 infiltrati dal Sudan e dall'Eritrea sui 34mila complessivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.