Noam Shalit: ‘La prigionia di mio figlio mi ha fatto comprendere la sofferenza in cui vivono i carcerati palestinesi’.

Il padre di Gilad Shalit, il soldato catturato mesi fa da gruppi della resistenza palestinese, ha rivolto un appello al governo israeliano affinché liberi i prigionieri palestinesi in modo che anche a suo figlio possa essere garantito il rilascio.

Noam Shalit ha palesato la speranza che gli sforzi compiuti dall’Anp possano facilitare un accordo per il rilascio dei palestinesi incarcerati nelle prigioni israeliane.

"L’arresto di mio figlio – ha rivelato all’agenzia Wafa – mi ha reso consapevole della sofferenza di migliaia di prigionieri palestinesi. Mi sento davvero di condividere la tristezza di tante famiglie che non possono gioire per la liberazione dei loro cari e festeggiare felicemente la ‘Id Al-Fitr".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.