Non regge la tregua inter-palestinese: 4 morti e decine di feriti. Attaccata e danneggiata la casa di Haniyah.

Non regge la tregua tra le fazioni palestinesi, che avrebbe dovuto partire da questa mattina alle 11 e porre fine alle violenze reciproche.

Una serie di attacchi hanno ucciso 9 palestinesi e ne hanno feriti decine.  

Scontri sono scoppiati nel pomeriggio nei pressi dell’ospedale di Beit Hanoun, nel nord della Striscia di Gaza: 4 persone sono state uccise e diverse altre sono state ferite – tra cui alcuni passanti, che si trovano in fin di vita.

Anche il generatore di corrente elettrica è rimasto danneggiato: altri cittadini sono a rischio di morte.

Una delle vittime degli scontri è Basil Daoud Al-Qafarna, 25 anni, membro delle Forze Esecutive del ministero dell’interno.

I medici hanno chiesto al presidente Abbas di intervenire e togliere gli uomini armati dalle strade e dalle vicinanze degli ospedali.

Uomini armati hanno aperto il fuoco contro la residenza del primo ministro palestinese, a Gaza, causando ingenti danni.

La casa di Mahmoud Ashour, membro di Hamas, è stata messa a fuoco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.