Nove deputati di Hamas presto fuori dalle prigioni israeliane?

Ramallah – Infopal. Ahrar, il centro di studi palestinese sui diritti umani, ha previsto per oggi la liberazione di 9 deputati palestinesi del gruppo parlamentare Cambiamento e riforma (che rappresenta il movimento di Hamas nel Consiglio legislativo palestinese): scade infatti il termine della loro pena di 40 mesi di reclusione.

Lo sostiene la sezione di Ahrar dedicata ai detenuti, che ha invitato la direzione della prigione a non rinviare la data del rilascio e a non sostenere l'abolizione della cosiddetta menhali – la detrazione di 21 giorni di prigione all’anno.

Fuad al-Khaffash, direttore del Centro, ha chiarito che i deputati da liberare sarebbero ‘Emad Nofal di Qalqilya, Hosni al-Borini e Yasser Mansur di Nablus, Khalid Sa‘id, Khaled Sulayman e Ibrahim Dahbur di Jenin, Riyad Radad di Tulkarem e il dott. Naser ‘Abd al-Jawad di Salfeet. “Dopo il rilascio dei nove parlamentari – ha precisato l’esperto – rimarranno nelle carceri israeliane 25 tra deputati e ministri del gruppo Cambiamento e riforma, uno del Fatah (Marwan al-Barghuthi) e uno del Fronte popolare (Ahmed Sa‘dat), per un totale di 27”.

Al-Khaffash ha quindi chiesto alle organizzazioni internazionali e ai parlamentari di tutto il mondo d’intervenire per garantire il rilascio di tutti gli altri legittimi rappresentanti del popolo palestinese. Ha inoltre sottolineato l'importanza della presenza dei media palestinesi e mondiali “per coprire questo importante evento, ovvero la liberazione di tutti i deputati dalla prigione del deserto del Negev”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.