Nuova escalation delle forze di occupazione israeliane: rapita la deputata Maryam Saleh e il deputato Khaled Tafish.

Ramallah – Infopal

Nelle prime ore di questa mattina, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato due deputati del gruppo parlamentare di Hamas:

la dottoressa Maryam Saleh e Shaikh Khaled Tafish, dopo averne invaso le abitazioni nelle città di al-Bireh e Betlemme, in Cisgiordania.

La famiglia della deputata Maryam Saleh (55 anni), ha raccontato che alle tre di questa notte, decine di soldati israeliani hanno invaso l’abitazione, situata nel quartiere al-Balu’ a nord della città al-Bireh.

I soldati hanno perquisito minuziosamente la casa della deputata, e hanno rinchiuso i familiari in una sola stanza fino alla fine dell’interrogatorio e, dopo averla rapita, hanno consegnato a suo marito, l’ing. Nadhmi Misleh, un invito a presentarsi il prima possibile alle autorità di occupazione.

La famiglia ha riferito che i militari hanno tentato di aggredire il figlio della deputata, Ahmad, di 33 anni, handicappato.

Un grande spiegamento militare israeliano ha invaso anche l’ufficio della deputata dopo aver fatto saltare l’ingresso, e ne ha sequestrato il contenuto – computer, documenti e registri.

Le forze di occupazione israeliane avevano invaso la casa di Maryam Saleh il 26 settembre scorso, e ne avevano arrestato il figlio, Abderrahman Misleh, giornalista, che, dall’arresto, sta subendo un interrogatorio permanente nel centro di detenzione di Ofer, a ovest di Ramallah.

Questa è la prima volta che le forze di occupazione israeliane rapiscono una donna deputata del Consiglio Legislativo.

Contemporaneamente, fonti locali della città di Betlemme, a sud della Cisgiordania, hanno riferito che le forze di occupazione israeliane, all’alba di oggi, hanno invaso la casa del deputato Khaled Tafish, e lo hanno rapito.

Le autorità di occupazione avevano liberato Tafish pochi mesi fa, dopo una detenzione durata diversi mesi. Tafish era stato eletto al Consiglio Legislativo durante la sua prigionia.

Nello stesso contesto, la famiglia della detenuta Nada al-Jayyusi, ha riferito che un grande spiegamento di forze dell’esercito di occupazione ha invaso la sua abitazione nel quartiere di Ain Misbah, a Ramallah, e ha rapito suo marito Majed Hasan, impiegato alla Camera di Commercio e Industria a Ramallah ed al-Bireh, padre di nove bambini.

Israele, unico Stato al mondo a comportarsi con tale illegalità, durante la campagna di sequestri iniziata a fine 2006, ha rapito più di 44 deputati palestinesi, la maggior parte aderenti al gruppo parlamentare di Hamas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.