Nuova frana a causa degli scavi israeliani sotto al-Aqsa

Gerusalemme – Infopal. Nelle prime ore di oggi, lunedì 18 gennaio, si è verificata una frana al centro della via Wad al-Hilwah a Silwan, a sud della moschea al-Aqsa a Gerusalemme, ad una sola settimana dal crollo che si è verificato nello stesso luogo a causa dei lavori condotti dagli israeliani per scavare i noti tunnel.

Il Centro al-Quds per i diritti sociali ed economici, ha detto che la frana ha un dimensione di tre per quattro metri, e osserva che “il crollo di oggi è solo uno di una serie verificatasi a partire dall'inizio dello scorso anno; il più grave si è verificato in una scuola femminile, lo scorso anno, provocando il ferimento di diciassette studentesse”.

Il Centro mete sull'avviso da ulteriori frane a Silwan e nella città vecchia di Gerusalemme, dove gli israeliani scavano una rete complessa di tunnel che provocano crepe a decine di edifici.

Secondo Jawad Siyam, direttore del Centro d'informazioni Wadi Hilwah, il nuovo crollo che si è verificato si trova in corrispondenza di un tunnel scavato ad una profondità di dieci metri. Esso dista solo pochi metri da un'altra frana di una settimana fa, sempre a causa degli scavi israeliani in corso.

Siyam ha riferito che un camioncino parcheggiato proprio lì è precifitato nella voragine prodottasi oggi, e che un bambino, caduto a causa della frana, è stato medicato sul posto. Inoltre, nella vicina  moschea “al-Ain”, dove si concentrano i lavori di scavo israeliani, sta piovendo a causa delle crepe prodottesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.