Nuovi piani dell’occupazione israeliana per la costruzione di altre colonie a Qalandia, Gerusalemme.

 

Gerusalemme – Infopal

Il ministro israeliano delle politiche abitative, Zevi Buim, ha parlato pubblicamente di un piano per costruire nuove unità residenziali sui terreni palestinesi occupati nella zona est di Gerusalemme.
Il progetto propone di costruire le nuove case in una zona chiamata dagli israeliani "Atarot", dai palestinesi Qalandia; Buim ha specificato che il progetto è in fase di studio.

Gli esperti affermano che la costruzione delle colonie israeliane è una questione dannosa per le trattative di pace tra Palestina e Israele.
Anche responsabili di spicco dell’UE, così come gli Stati Uniti, hanno criticato la decisione israeliana di costruire altre case in Gerusalemme est occupata.

Il primo ministro palestinese Salaam Fayyad si è unito al coro di accuse, sostenendo che le attività coloniali israeliane sono in contraddizione con gli impegni presi ad Annapolis, e aggiungendo che togliere i blocchi imposti alla libertà di movimento e porre fine all’assedio della Striscia di Gaza sono gesti necessari allo sviluppo economico della regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.