Occupazione israeliana: 4320 palestinesi arrestati in un anno

Ramallah – Infopal. Secondo il Centro per gli studi dei prigionieri, le autorità occupanti israeliane hanno raddoppiato nell’ultimo anno gli arresti ai posti di blocco, le perquisizioni notturne nelle città e nei villaggi palestinesi in Cisgiordania e le irruzioni occasionali delle squadre speciali all’interno della Striscia di Gaza. 

Questo dato è rilevabile dai report quotidiani, mensili ed annuali che vengono pubblicati dalle associazioni per i diritti dell’uomo, e che ogni giorno hanno contato il numero degli arresti, fino ad arrivare ai 4.320 casi – una media di dodici al giorno e di 360 al mese. 

Come riporta un comunicato di Ra’fat Hamduna, direttore del Centro e membro del Comitato delle forze nazionali e islamiche per i detenuti, il numero di palestinesi rinchiusi nelle carceri israeliane rimane quasi stabile, ovvero intorno ai 6.800, nonostante i continui rilasci.

Hamduna aggiunge quindi che gli abusi, le pratiche e le disposizioni d’Israele richiedono interventi da più parti, e si rivolge alle organizzazioni internazionali e per i diritti dell’uomo perché prendano rapidamente posizione, chiamando a schierarsi contro il regime d’occupazione israeliano, rendendo pubblici i suoi crimini a livello mondiale e smentendo la sua fama di unica democrazia in Medio Oriente.

Elisa Gennaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.