Olmert di ritorno dagli Usa: ‘Imminente una vasta campagna militare contro la Striscia’.

Gerusalemme – Infopal. Il premier israeliano, Ehud Olmert, ha fatto sapere che la dirigenza israeliana e l’esercito temono "un confronto militare duro e feroce" con la resistenza palestinese nella Striscia di Gaza, e che per questo "cercano alternative per prevenirlo".

Olmert ha informato che il governo sta studiando varie opzioni per assicurare ciò che ha definito "calma e sicurezza all’intero sud del Paese senza il bisogno di entrare in uno confronto militare violento" con la resistenza palestinese nella Striscia di Gaza.

La radio israeliana ha riportato le affermazioni del primo ministro israeliano di ritorno da una visita negli Usa: "Nel caso di fallimento della tregua, è alle porte una vasta campagna militare contro la Striscia". E ha aggiunto che "il corso degli eventi indica che siamo più vicini a un’operazione militare" con la resistenza palestinese, che a qualsiasi tipo di accordo.
Non è chiaro come Olmert intenda evitare un "confronto militare feroce" con le fazioni palestinesi.
Ieri, la tv israeliana "Canale 2" aveva riportato le dichiarazioni del ministro della guerra, Ehud Barak, che dava per imminente "una grande offensiva militare contro la Striscia di Gaza".

Al corrispondente militare di Canale 2, Ronnie Danile, Barak aveva detto che la dirigenza militare israeliana ritiene la "pacificazione con i palestinesi impossibile" e che considera possibile l’avvio di queste operazioni entro una o due settimane al massimo, dopo il fallimento del tentativo egiziano di promuovere una tregua tra le parti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.