Omicidio della famiglia di coloni, emergono nuove ipotesi: ‘la vendetta di operai di origine asiatica’

Gaza – QudsnetDopo le prime ipotesi e le accuse che le autorità d'occupazione israeliane avevano rivolto alla parte palestinese, giungono oggi i primi risultati delle indagini sulle responsabilità dell'assassinio di cinque coloni israeliani, ad Itamar, un insediamento illegale israeliano nel nord della Cisgiordania occupata. 

Gli omicidi avrebbero, infatti, stretti legami con la seguente questa ipotesi: il capo famiglia aveva già ricevuto alcune minacce, poiché si sarebbe rifiutato di pagare gli operai di origine asiatica che avevano lavorato all'interno della colonia. Si parla di una somma che si aggira intorno ai 3 mila dollari. 

I parenti delle vittime non si sono ancora pronunciati su questi sviluppi per ragioni politiche e di sicurezza. 

Il presidente dell'Autorità nazionale palestinese (Anp), Mahmoud 'Abbas, aveva definito “vile” l'operazione contro la famiglia di coloni israeliani, mentre Israele aveva subito chiesto all'Anp di cooperare nelle ricerche. 

Dalla Striscia di Gaza, il governo di Hamas aveva ammonito: “Non strumentalizzare l'episodio di Itamar per lanciare un'offensiva contro Gaza”.

Notizia correlata:

Omicidio della famiglia di coloni: fermati e interrogati operai thailandesi

(Foto: Qudsnet). 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.