OMS: ‘Serio deterioramento delle condizioni mediche e di vita a Gaza’.

Gaza – Pic. L’OMS, l’Organizzazione mondiale della sanità, collegata all’ONU, afferma che l’assedio israeliano a Gaza e l’ultima aggressione hanno condotto ad un serio deterioramento delle già terribili condizioni di vita nella Striscia.

L’organizzazione, in un rapporto pubblicato ieri, ha dichiarato che l’economia di Gaza è entrata in una spirale negativa, dal momento che la disoccupazione ha raggiunto il 41,5% nei primi tre mesi del 2009, mentre il tasso di povertà è del 70%, con famiglie che vivono con meno di un dollaro al giorno a persona, in base a statistiche del maggio 2008.

Il rapporto mette inoltre in guardia dall’aumento della salinità e dei nitrati nelle falde acquifere, il che comporta seri danni soprattutto ai bambini.

L’OMS riferisce che gli ospedali di Gaza soffrono di una penuria di attrezzature  mediche, ma anche di una mancanza di aggiornamento delle equipe, ormai isolate dal resto del mondo.
Il trattamento di molte malattie gravi, come le cardiopatie che necessitano d’interventi chirurgici e dei tumori, non è disponibile a Gaza, così molti pazienti devono cercare cure fuori della Striscia; Israele, tuttavia, rifiuta di farli uscire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.