ONU: “catastrofe” imminente per l’assedio di Gaza

Gerusalemme – Infopal. Un rapporto pubblicato dall'Ufficio di coordinamento per gli Affari umanitari delle Nazioni Unite a Gerusalemme ha avvertito che la Striscia di Gaza si trova sull'orlo di una catastrofe umanitaria, nel caso l'assedio, imposto da più di tre anni, debba proseguire ancora.

L'Ufficio, in un suo rapporto, ha infatti illustrato che “gli effetti negativi dell'assedio imposto sulla Striscia di Gaza stanno emergendo con chiarezza, in particolare tra gli operai e i lavoratori privati, 120 mila dei quali hanno perso il posto di lavoro; sono inoltre scomparse la sicurezza alimentare e sanitaria e la garanzia dell'istruzione per il 75% della popolazione”.

Nella relazione viene anche sottolineato che “l'assedio ha causato una lunga crisi per la dignità umana, che (…) ha aumentato la sofferenza degli abitanti della Striscia. Molte materie prime di vitale importanza vengono danneggiate a causa delle pratiche di controllo effettuate dalle forze di occupazione israeliane ai valichi di frontiera, che ritardano l’entrata delle merci e causano la scadenza di molti prodotti”.

Il rapporto ONU precisa che vi sono attualmente circa 1700 container commerciali carichi di prodotti importati in attesa di uscire dai depositi israeliani. Se ciò non avverrà in tempi brevi, si avranno perdite stimate per un valore di decine di milioni di dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.