Operazione ‘Umm Rashrash’: i comitati di resistenza popolare respingono le accuse israeliane

Gaza- InfoPal. I comitati della resistenza popolare hanno respinto le accuse israeliane che attribuivano loro la paternità dell'operazione “Umm Rashash” condotta ad “Eilat” più di tre mesi fa, e di aver assoldato combattenti egiziani: “Sono menzogne senza alcun fondo di verità”, è stato dichiarato dai comitati.

In un comunicato stampa, Abu Mujahed, portavoce dei comitati ha osservato: “Queste accuse mirano a creare una spaccatura tra la leadership egiziana e la resistenza palestinese.

“Le affermazioni del nemico sionista non forniscono alcuna prova di un collegamento tra i comitati di resistenza e quell'operazione, e tutte le informazioni trasmesse dai media israeliani sono solo menzogne.

A dimostrazione della confusione di Israele, inizialmente era stato affermato che gli esecutori di Eilat provenivano da Gaza, mentre ora, lo stesso dichiara che erano tutti egiziani”.

Le brigate “Salah id-Din”, ala militare dei comitati di resistenza, hanno fatto sapere che il loro intervento contro l'occupazione andrà avanti.

“Israele tenta di colpire i comitati di resistenza e le brigate Salah id-Din, perché svolgono un importante ruolo nella lotta contro le forze d'occupazione israeliane”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.