Organizzazione israeliana: lo Shabak ha impedito a 14 malati gravi di lasciare Gaza.

 

Gaza – Infopal. La Lega dei Medici per i Diritti umani, un’organizzazione israeliana, ha accusato il servizio d’intelligence interno, lo “Shabak”, di aver impedito, per motivi di “sicurezza”,  a 14 malati palestinesi molto gravi di uscire dalla Striscia di Gaza. Tra le persone che costituiscono un "pericolo" per la sicurezza ci sono due fratellini ciechi di 3 e 14 anni.

La Lega, nel suo ultimo rapporto, ha denunciato "la forte diminuzione nel numero dei palestinesi malati che hanno ottenuto il permesso di uscire da Gaza": soltanto 15-20 al giorno.

Inoltre, l’organizzazione ha spiegato che aumentano i malati che si rivolgono a lei affinché interceda dopo che Israele nega loro il permesso di recarsi all’estero per le cure mediche: 120 solo negli ultimi due mesi. In 90 casi, le risposte ricevute dalle autorità di occupazione dall’inizio di maggio 2008 "non sono convincenti". 

 

Il rapporto ha parlato anche delle decine di malati palestinesi bloccati in Giordania, senza casa né mezzi di sostentamento. Cittadini che non riescono a far tornare nella Striscia di Gaza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.