Palestinese incarcerato in Egitto sotto continue torture.

Gaza – Pic. Il Comitato di solidarietà con il prigioniero Ayman Nofal, detenuto in Egitto, condanna duramente l’operato della polizia egiziana, che ha intensificato le torture fisiche e psicologiche nei suoi confronti.

Il Comitato afferma che Nofal è detenuto in Egitto senza che le autorità di quel Paese ne abbiano giustificato l’arresto.

Adesso egli è tenuto in isolamento nel carcere di Marj, al Cairo, con interrogatori e  torture che vanno intensificandosi per fargli ammettere un crimine che non ha commesso.

Nofal è un quadro di Hamas arrestato dalla sicurezza egiziana nel gennaio del 2008 mentre stava facendo ritorno a Gaza dopo che decine di migliaia di palestinesi erano entrati in Egitto dalla Striscia assediata per acquistare cibo e medicine…

A tale riguardo, il Comitato ha invitato Hamas ad intensificare i contatti con le autorità egiziane per assicurare il rilascio di Nofal e permettergli così di tornare a Gaza e riabbracciare la moglie e i suoi sei figli.

Articolo correlato:

L'appello di Friends of Humanity International: l'Egitto rilasci Ayman Nofal.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.