Palestinese muore folgorato in un tunnel al confine con l’Egitto

Infopal – Rafah. Ieri sera, 8 marzo, un operaio palestinese ha trovato la morte in uno dei tunnel frontalieri tra Gaza e l'Egitto.

Nidal Dahaliz, di 29 anni, è rimasto folgorato in uno dei tunnel che si trovano nella parte occidentale di Rafah: all'ospedale Abu Yusuf an-Najjar è giunto cadavere.

I palestinesi utilizzano i tunnel per far entrare a Gaza, che si trova sotto embargo da più di tre anni, le merci ed il carburante.

Con questa, sale a 142 il numero delle vittime nei tunnel dall'estate del 2007. Il triste conteggio è tenuto dal Centro “al-Mizan”, che si occupa dei diritti umani nella Striscia di Gaza.

Nelle ultime ore, proseguono i lavori di costruzione del Muro d'acciaio egiziano, conficcato nel terreno tra l'Egitto e la Striscia ad una profondità di 20-30 metri. L'Egitto sostiene tuttavia che si tratta di opere architettoniche volte ad assicurare la “sicurezza” del suo confine con Gaza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.