Palestinese muore per ‘cattiva sanità’ nelle prigioni israeliane

Hebron. L’ex prigioniero Mohammed al-Emle (26 anni), è stato dichiarato morto all’ospedale di al-Khalil (Hebron) a causa di un’insufficienza renale, dopo che era stato curato male durante la sua prigionia.

Fonti mediche hanno riferito a  Palestine.info che al detenuto erano state fornite cure non adatte durante la sua “detenzione amministrativa”, tre anni fa, il che ha condotto all’insufficienza renale.

Egli era stato curato dopo il rilascio, ma una settimana fa le sue condizioni erano peggiorate, finché l’ospedale di al-Khalil non l’ha dichiarato morto.

Le stesse fonti fanno notare che Emle, di Beit Ola, ad ovest di al-Khalil, era stato rilasciato due anni fa dopo tre anni di “detenzione amministrativa” senza alcun processo.

Suo padre gli aveva donato un rene otto mesi fa, ma ciò non aveva sortito risultati utili.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.