Palestinesi ‘disillusi’ dalla situazione dei diritti umani

Oslo – Ma'an. Domenica, i ricercatori della norvegese Fafo hanno pubblicato i risultati della loro ultima indagine sulla Palestina, i quali mostrano che, nonostante i palestinesi sostengano i loro leader, sono tutt'altro che soddisfatti delle circostanze in cui vivono.

Una panoramica del sondaggio ha mostrato che i palestinesi sono più preoccupati per diritti umani e per il livello di corruzione, e hanno poca fiducia nei tribunali o in altre istituzioni pubbliche.

Secondo Ma'an, il sondaggio ha dimostrato che, se le elezioni si svolgessero oggi, Fatah potrebbe ricevere più sostegno elettorale rispetto ad Hamas, sia in Cisgiordania che nella Striscia di Gaza. Tuttavia, il 35% non parteciperebbe alle elezioni e il 14% non ha deciso per chi votare.

La riconciliazione fra Hamas e Fatah è considerata come la questione più saliente che deve essere affrontata dalle autorità, seguita dal miglioramento della situazione economica e dalla creazione di posti di lavoro.

L'andamento del sondaggio rileva che i leader palestinesi, dal 2005, godono di un moderato e relativamente stabile livello di fiducia popolare. Tuttavia, nel 2007, in Cisgiordania si è registrato un aumento di consenso verso il primo ministro Salam Fayyad, con una corrispondente  riduzione di fiducia nel governo di Gaza di Ismail Haniyeh.

Fafo ha svolto il sondaggio a febbraio 2011.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.