Palestinesi in Israele: ‘Prima di andare all’Onu, bisognava realizzare la riconciliazione nazionale’

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. L'autorità della leadership suprema palestinese in Israele (Territori occupati nel 1948, ndr) ha osservato quanto segue: “Sarebbe stato auspicabile e prioritario raggiungere la riconciliazione nazionale palestinese prima di rivolgersi all'Onu per chiedere il riconoscimento dello Stato palestinese”.

In un comunicato stampa, il comitato della cittadinanza palestinese in Israele ha mostrato la propria riconoscenza a tutti gli Stati che hanno sostenuto il popolo palestinese nelle sue legittime richieste di istituire il proprio Stato, specialmente quei paesi sudamericani, asiatici, africani ed europei che si oppongono alla politica americana.

Il comitato ha anche ribadito la rilevanza dei punti fermi dell'agenda nazionale, e la necessità di non piegarsi di fronte a nessuna pressione e di rifiutare qualunque  accordo che possa intaccare i diritti del popolo palestinese.

E' stato anche confermato il ruolo del popolo palestinese nella lotta da condurre fino al termine dell'occupazione israeliana e fino al raggiungimento dei propri obiettivi.

Indignazione è stata manifestata per la posizione americana, “totalmente schierata con Israele, e le sue minacce di porre il veto pur di impedire il riconoscimento dello Stato palestinese”.

“A causa della sua parzialità, l'America non può sponsorizzare il processo di pace”, è stato dichiarato dal comitato.

Stessa indignazione è stata espressa dal comitato verso Israele e le sue continue minacce, per lo sfinimento che ha prodotto nel corso dei negoziati di pace negli anni passati, a dimostrazione della sua contrarietà a raggiungere pace e stabilità.

In conclusione, è stato dato l'avvertimento: “La responsabilità per l'esplosione di violenza sul campo è da attribuire a Israele e agli Usa, come conseguenza delle loro politiche ostili al popolo palestinese e alla legittimità internazionale”, invitando poi le Nazioni Unite ad applicare tutte le risoluzioni che regolano la causa palestinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.