'Palestinesi malvagi': il rabbino Weiss condanna le recenti dichiarazioni di Yosef Ovadiah.

Riceviamo da Neturei Karta International e pubblichiamo.

Lunedì, 30 agosto, 2010

Il rabbino Weiss condanna le recenti dichiarazioni dell'ex “capo rabbino” sionista Yosef Ovadiah

Gli ebrei ortodossi anti-sionisti hanno fatto un salto all'indietro dal disgusto all'ultima esplosione di odio espresso dalle parole del rabbino Ovadiah Yosef, ex “capo rabbino” sefardita dell'illegittimo stato d'”Israele”, che ha definito i palestinesi “malvagi” e li ha maledetti augurando loro la morte. Si legga: Yousef Ovadia incita allo sterminio dei Palestinesi e all'assassinio politico di Mahmoud 'Abbas

“La Torah ordina agli ebrei di vivere in pace con i loro vicini non-ebrei in ogni parte del mondo. Questa specie di retorica va contro la Torah di D** Onnipotente, ed è a dir poco ripugnante e pericolosa”, ha commentato il rabbino Yisroel Dovid Weiss, di Neturei Karta International.

“Questo rabbino e altri come lui non rappresentano e non possono rappresentare l'ebraismo o la Torah, proprio allo stesso modo in cui lo Stato sionista d''Israele', che è una ribellione contro l'Onnipotente, non può rappresentare la Torah o la comunità ebraica ad essa fedele.

“Questo 'rabbino' e il suo pubblico sono ebrei sefarditi, provenienti dai paesi arabi. Se solo conoscessero la loro stessa storia, si accorgerebbero che gli ebrei possono vivere in pace con gli arabi, e l'hanno fatto per secoli. Quando gli ebrei vennero perseguitati, uccisi ed espulsi dall'Europa, i paesi arabi fornirono loro un rifugio sicuro e li accolsero a braccia aperte. Anche in Palestina gli ebrei godettero di quest'ospitalità, e convissero in armonia con i palestinesi per centinaia di anni. Fu solo il sionismo, con i suoi furti e la sua oppressione ai danni del popolo palestinese, a porre fine a questa convivenza.

“L'Onnipotente, come afferma nella Sua Torah, ci chiede di esprimere la nostra gratitudine e di ricambiare il bene che ci viene fatto. Quanto è ironico, quanto è tragico e malvagio che a questi stessi Paesi e popoli arabi venga fatto questo, e li si accusi di essere i nostri nemici.

“Secondo la Torah, gli ebrei sono in esilio e viene proibito loro di avere uno Stato. Allo stesso modo, viene proibito loro di uccidere, derubare, opprimere ecc. un altro popolo. Per questo, finché lo Stato sionista continuerà ad esistere, siamo convinti che non sia possibile raggiungere la pace. La Terra Santa dev'essere restituita ai suoi legittimi proprietari, i palestinesi.

“Noi preghiamo per lo smantellamento rapido e pacifico dello Stato sionista d'Israele. Quando ciò avverrà, saremo di nuovo in grado di convivere realmente in pace e armonia, come durante la nostra lunga storia. E saremo in grado di adempiere al comandamento della 'Mitzvah' espresso dalla Torah, ovvero ricordare e ripagare il bene di cui siamo stati destinatari.

“Che possiamo meritare di vederlo accadere presto, nei nostri giorni!

“E che possiamo meritare di vedere infine la rivelazione della gloria dell'Onnipotente, quando tutta l'umanità servirà l'Onnipotente in armonia. Amen”.

Neturei Karta International

P. O. Box 1316, Monsey, NY 10952
www.nkusa.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.