PAM: due milioni di cittadini gazawi soffrono di insicurezza alimentare

New York – PIC. Il Programma alimentare mondiale (PAM) ha avvertito giovedì che due milioni di palestinesi nella Striscia di Gaza, soggetta a una devastante guerra israeliana, soffrono di insicurezza alimentare.

Il PAM ha espresso preoccupazione per “la riduzione dello spazio operativo per le agenzie umanitarie a Gaza a causa di Israele, che impedisce l’accesso al valico commerciale di Karem Abu Salem”.

La fondazione delle Nazioni Unite ha pubblicato un video che mostra quantità di pacchi alimentari che vengono imballati nel suo magazzino nella zona di Abu Rawash, nell’Egitto centrale, in preparazione per l’invio alle “famiglie vulnerabili di Gaza”.

In un contesto simile, il Segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha dichiarato giovedì che “i bambini di Gaza stanno morendo o stanno vedendo i loro genitori uccisi” a causa degli attacchi lanciati da Israele contro la Striscia.

Il discorso di Guterres è stato pronunciato prima del 24° vertice dell’Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai, tenutosi nella capitale kazaka Astana.

E ha aggiunto: “I bambini di Gaza stanno morendo, subiscono gravi ferite e traumi psicologici, e vedono i loro genitori uccisi e le loro case distrutte”.

Il Segretario generale ha sottolineato che le scene vissute dai bambini palestinesi nella Striscia di Gaza “devono finire”.

Ha chiesto “un cessate il fuoco immediato per motivi umanitari a Gaza, ponendo fine allo spargimento di sangue e aumentando gli aiuti salvavita”.

Ha sottolineato che è necessario anche “un impegno chiaro e una mappa per garantire la soluzione a due Stati e il diritto del popolo palestinese all’autodeterminazione”.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.