Pasqua ebraica. Chiusura totale dei Territori palestinesi occupati

Cisgiordania e Striscia di Gaza – InfoPal. Dalla mezzanotte di ieri, Israele ha disposto la chiusura di tutti i Territori palestinesi occupati per dieci giorni consecutivi in preparazione alle festività della Pasqua ebraica.

“Per quanto riguarda la Cisgiordania, solo aiuti umanitari potranno passare previo permesso dell'Ufficio dell'amministrazione civile”, ha riferito l'esercito che obbedisce a un ordine del ministro della Difesa Ehud Barak.

Ad al-Khalil (Hebron) sarà chiusa la moschea al-Ibrahimi nei giorni di mercoledì e giovedì prossimi, quando l'accesso sarà riservato agli israeliani.

Ziyad al-Ja'bari, direttore dell'ufficio locale dei beni Waqf (Fondazioni pie), ha condannato questa decisione insieme alle persecuzioni quotidiane ai danni dei fedeli musulmani, costretti a umilianti ispezioni nei pressi della moschea.

Massima allerta è stata dichiarata anche sul confine con la Striscia di Gaza assediata dove, da oggi, il valico commerciale di Kerem Abu Salem (Kerem Shalom) resterà chiuso fino a mercoledì prossimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.