Pastore palestinese ucciso da coloni israeliani nei pressi di Nablus.

Questa mattina è stato ritrovato il cadavere di un pastore palestinese, Mohammad Hamdan Ibrahim Bani Jaber, 51 anni, di Aqraba, a est di Nablus. L’uomo è stato fucilato dai coloni vicino alla colonia Itmar.

Una fonte all’interno del comune di Aqraba ha raccontato che gli animali del pastore assassinato erano stati ritrovati ieri sera nella cittadina, senza il loro padrone. Questo ha insospettito gli abitanti, che si sono messi a cercare l’uomo.

Il corpo è stato trovato vicino al recinto della colonia Itmar. Le forze di occupazione hanno circondato l’area impedendo ai palestinesi di esaminare la salma.

Jawdat Bani Jaber, capo del comune di Aqraba, ha affermato che il pastore stava pascolando lontano dal posto in cui è stata rinvenuta la salma: “Il cadavere riportava ferite alla testa e nel corpo. Ciò ci fa pensare che sia stato rapito e che abbia opposto resistenza ai rapitori, che sono stati costretti a ucciderlo”.

Ha aggiunto che il cittadino assassinato era padre di cinque figli, ed era uno dei tanti pastori della zona.

L’area è di proprietà comunale.

Un cittadino ha raccontato che in passato, nella stessa zona, si sono verificate altre aggressioni da parte dei coloni che hanno rubato il bestiame ai pastori palestinesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.