Pchr: 237 aggressioni per ‘zittire la stampa’.

Il Centro palestinese per i diritti umani (Pchr) ha riferito che le forze di occupazione israeliana hanno già lanciato centinaia di attacchi contro i media e i giornalisti palestinesi, nel tentativo di “zittire la stampa”.

Il centro, nel suo 12° report su quest’argomento, ha rivelato che nel periodo dall’1/11/2007 al 31/8/2009 si contanto 237 aggressioni, ivi incluse quelle avvenute durante l’ultima guerra su Gaza.

Secondo il resoconto, tre giornalisti sono rimasti uccisi durante questi episodi – tutti nella Striscia – mentre altri 52 sono stati feriti nel corso di 68 sparatorie.

Nel report vengono quindi citati 60 inviati stampa sottoposti ad arresto, 32 impediti nello svolgimento del loro lavoro e 15 casi di sequestro dei documenti o dell’attrezzatura.

Il numero totale d’incidenti nel periodo dal 28/9/2000 al 31 agosto scorso sarebbe così salito a 1.019.

Il centro ha di conseguenza chiesto alle parti coinvolte d’intervenire immediatamente per proteggere il popolo palestinese e le sue proprietà, e di fare pressioni su Israele perché ponga un freno ai suoi crimini ai danni dei civili palestinesi in generale, e dei giornalisti in particolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.