PCHR, una settimana di violenze israeliane contro i palestinesi: 7 morti e 16 feriti.

Gaza – Infopal

Ieri il Palestinian Center For Human Rights (PCHR), con sede a Gaza, ha pubblicato il rapporto settimanale sulle violazioni israeliane nei territori occupati (18 -24 ottobre).

I militari hanno ucciso 7 palestinesi – tra cui 2 bambini – e feriti altri 16 – di cui 3 bambini, una donna e un giornalista.

Va segnalata la morte di un anziano per attacco cardiaco: la polizia israeliana ha impedito all’ambulanza di portarlo in ospedale.

In Cisgiordania, l’esercito ha condotto 27 invasioni in numerose aree e ne ha imposto la chiusura totale.

Nella Striscia di Gaza, la situazione permane drammatica: continua a essere isolata dall’esterno, affamata, aggredita dall’aviazione e dall’artiglieria israeliana. Gli ospedali scarseggiano di medicine e sono terminate le scorte di anestetico per le operazioni (Israele non permette l’arrivo dei rifornimenti).

41 palestinesi sono stati sequestrati dai militari.

West Bank

23 ottobre: 2 resistenti sono stati uccisi durante scontri con le truppe di invasione israeliane.

5 civili, tra cui 2 bambini e un giornalista, sono rimasti feriti da "armi non letali" israeliane usate per disperdere una manifestazione pacifica contro la costruzione del Muro, a Bil’in, a ovest di Ramallah.

Dal 18 al 24 ottobre, l’esercito di Israele ha eseguito 27 attacchi militari contro aree della Cisgiordania: 37 civili sono stati sequestrati, tra cui 4 ragazzini.

Il numero di palestinesi arrestati dall’inizio dell’anno è salito a 2.183.

Aggressioni da parte dei coloni 

Il 19 ottobre, coloni e militari israeliani hanno assaltato e distrutto terreni agricoli palestinesi nel distretto di Salfit. 

Il 20 ottobre, coloni dell’insediamento di “Shavi Shomron”, a nord-ovest di Nablus, hanno aggredito numerosi contadini palestinesi mentre stavano raccogliendo le olive nel villaggio di Deir Sharaf, mentre coloni di “Beitar”, a ovest di Betlemme, hanno attaccato Ameen Ahmed Hamamra, 33 anni, di Housan village, ferendolo.

Il 21 ottobre, un colone ha investito un cittadino palestinese uccidendolo. 

Muro dell’Apartheid o dell’Annessione

La costruzione del Muro di Annessione, che isola come in tanti banthustan, i villaggi e le città palestinesi, prosegue senza sosta, nonostante le condanne delle organizzazioni internazionali di difesa dei diritti umani, dei Tribunali internazionali, ecc.

Il 19 ottobre, le forze di occupazione israeliane hanno represso due proteste pacifiche e nonviolente a Bil’in, a ovest di Ramallah, e a-Ma’sara, vicino a Betlemme. 8 civili sono stati feriti, compreso un giornalista dell’International Middle East Media Center, Ghassan Bannoura. 

Striscia di Gaza 

Dal 20 al 23 ottobre, nella Striscia di Gaza, 3 palestinesi sono stati uccisi e 7 in 4 tentativi di omicidio mirato eseguiti da forze speciali dell’esercito israeliano.

2 bambini sono stati uccisi, e 2 civili feriti dall’esercito a seguito del lancio di un missile terra-terra contro una base della resistenza palestinese a Beit Lahiya,nel nord della Striscia.

I militari hanno condotto 3 attacchi contro la popolaione della Striscia: alcune case sono state trasformate in caserme, 4 civili sono stati arrestati, 2 feriti e 150 ettari di terreno agricolo razziati.

Le forze israeliane hanno eseguito 4 omidici mirati: 3 palestinesi sono rimasti uccisi e altri 7 feriti, tra cui un bambino. 

Il valico di Rafah, controllato dagli Osservatori europei, rimane chiuso su ordine delle autorità israeliane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.