Per gli Usa la colpa è dei palestinesi che hanno costretto lo Stato ebraico a ucciderli.

Riceviamo da al-Awda-Italia e pubblichiamo.

Per gli Usa la colpa è dei palestinesi che hanno costretto lo Stato ebraico a ucciderli
 

New York, 28 dicembre – La riunione del Consiglio di sicurezza dell’Onu sulla tragedia in corso nella striscia di Gaza si è concluso con un documento che definire ridicolo e vergognoso è persino benevolo. La dichiarazione, approvata all’unanimità, chiede alle parti di fermare subito ogni forma di violenza, ed esprime preoccupazione: si chiede praticamente alla vittima di non opporsi al proprio assassino.
 
L’ambasciatore statunitense all’Onu, l’afghano Zalmay Khalilzad, tristemente noto da Kabul e da Baghdad e prima ancora per aver tessuto i contatti con quella che veniva chiamata pomposamente “opposizione irachena in esilio”, ha detto di essere colpito dalla perdita di vite umane nella striscia di Gaza, ma Israele è stato costretto ad agire per colpa di Hamas.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.