Peres in visita in Svizzera. Organizzazioni per i diritti umani ne chiedono l’arresto per crimini di guerra

Berna – InfoPal. L'Associazione europea per i diritti umani ha chiesto al governo svizzero l'arresto del presidente di Israele, Shimon Peres – in visita nel Paese – per crimini di guerra e contro l'umanità.

Anwar al-Gharbi, presidente dell'Associazione “Diritti per tutti” e membro della European Campaign to end the siege on Gaza (Ecesg), ha fatto sapere di aver presentato la richiesta al Procuratore generale svizzero.

“Contro Simon Peres deve essere applicato il rapporto Goldstone nel quale si dispone l'avvio di un procedimento legale nei confronti dei responsabili di crimini contro il popolo palestinese, compiuti nella guerra israeliana contro Gaza (2008-2009)”.

Oltre 1.400 palestinesi – gran parte dei quali bambini e altri civili – furono assassinati in 22 giorni di feroce offensiva israeliana.

Con questa richiesta e per protesta contro la visita di Peres in Svizzera, oltre venti organizzazioni a sostegno ai diritti del popolo palestinese hanno indetto ieri una manifestazione di protesta e un sit-in davanti alla sede del governo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.