Peres propone un nuovo piano di pace “sicurezza in cambio ai detenuti”

Il giornale israeliano Maariv ha riferito che il presidente israeliano Shimon Peres ha proposto un nuovo piano per proseguire il cammino politico con l’Autorità palestinese in base ai principi: i prigionieri in cambio alla sicurezza. Il piano di Peres prevede la liberazione di duemila prigionieri palestinesi ogni anno in cambio a attività visibile da prendere da parte dell’Autorità palestinese in tema della sicurezza e riformare le forze di sicurezza ed imporre la legge.

Inoltre il piano propone una “soluzione verbale” alla questione dei profughi palestinesi e dare ai palestinesi il controllo dei luoghi sacri di Gerusalemme est e definire una bandiera araba da alzare su questi luoghi.

Il giornale ha confermato che Olmert e altri suoi ministri hanno rifiutato categoricamente questo piano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.