Piano israeliano per demolire centinaia di case a Gerusalemme e espellere migliaia di palestinesi.

Gerusalemme – Infopal. Istituzioni giuridiche di Gerusalemme hanno lanciato l'allarme sul rischio di espulsione che attende circa 15 mila abitanti del quartiere di Shaikh Jarrah, a Gerusalemme Est. Il pretesto addotto dalle autorità di occupazione è sempre il solito: le case sono costruite senza permessi. Permessi che Israele, in continua pulizia etnica della Palestina, non concede mai.

Durante un incontro tra gli abitanti del quartiere e istituzioni giuridiche palestinesi, è emerso che la municipalità israeliana a Gerusalemme ha emesso oltre un centinaio di ordini di demolizione di case e edifici che ospitano più di 4000 cittadini palestinesi gerosolimitani.

Fonti palestinesi nel quartiere hanno riferito: “La municipalità israeliana sta cercando di controllare il territorio della zona vicina al quartiere al-Jarrah per annetterlo al cimitero ebraico”.

E hanno richiamato l'attenzione sul fatto che la municipalità intende circondare il quartiere per la sua importanza strategica dal punto di vista demografico, isolandolo dalle aree arabe circostanti in modo da creare una zona cuscinetto tra il cimitero ebraico e le case dei palestinesi.

Al-Jarrah rappresenta il recinto orientale della città vecchia di Gerusalemme, ed è un punto di collegamento tra altri quartieri di Gerusalemme.

 Altre info su: http://poica.org/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.