Piano israeliano per trasferimento forzato di 20-30mila beduini palestinesi

Tel Aviv – InfoPal. Ieri, il governo israeliano ha approvato un piano di trasferimento forzato di decine di migliaia di beduini palestinesi dal deserto del Negev a insediamenti israeliani.  

Dai 20mila ai 30mila saranno trasferiti in insediamenti riconosciuti dal governo israeliano, tra cui Rahat, Khura e Ksayfe.

Il piano prevede il riconoscimento delle proprietà arabe soltanto per 200mila dunum (20mila ettari) di terre, contro l'1,1milioni di cui i beduini sono proprietari attualmente. Prima della Nakba, la tragedia del 1948, ne possedevano 11milioni.  

Il governo israeliano confischerà la terra palestinese e darà come compensazione 540 dollari per dunum. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.