Pioggia di missili della resistenza palestinese contro il sud di Israele.

Gaza – Infopal. Questa mattina, le fazioni della resistenza palestinese hanno lanciato 7 missili artigianali contro la zona est del Negev. Fonti israeliane ne hanno dato conferma. Non ci sono informazioni né di vittime né di danni materiali.

Le stesse fonti hanno riferito che ieri sono stati lanciati 11 missili e granate contro la zona est del Negev. Un razzo è caduto in un campo di calcio, seminando paura tra le persone presenti, gli altri si sono abbattuti su zone disabitate.

In un comunicato stampa, le brigate al-Quds, ala militare del Jihad Islamico, hanno rivendicato il lancio di 5 missili contro Ashkelon, a est di Khan Yunes, avvenuto alle 6,35 di mattina, aggiungendo che si tratta di una "rappresaglia per l’uccisione del giovane Nawahda (22 anni), di al-Yamun, a nord-ovest di Jenin".

Fonti della sicurezza palestinese nella Striscia di Gaza hanno riferito che le fazioni della resistenza hanno creato una "camera congiunta" per gestire le operazioni durante un eventuale attacco israeliano allo scadere della tregua in corso.

Fonti israeliane riferiscono che Hamas sarebbe intenzionato a proseguire la tregua, ma con la possibilità di lanciare missili contro il Negev, quando lo ritenesse opportuno. Inoltre, il ministero della Difesa israeliano sembra abbia redatto un documento in cui spiega che è preferibile mantenere l’attuale situazione nella Striscia di Gaza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.