Più di 30 jeep militari israeliane, appoggiate da elicotteri, hanno invaso il campo profughi. Uccisi o arrestati due leader della resistenza.

Su quanto sta accadendo in queste ore – 20/23 – a Jenin ci sono notizie discordanti: qualcuno sostiene che siano stati assassinati due leader di spicco della resistenza palestinese in Cisgiordania: Zakaria Zubaidi, capo delle Brigate di Al-Aqsa, l’ala militare di Fatah, nell’area di Jenin, e Mahmoud As-Sa’adi, delle Brigate Al-Quds, l’ala militare del Jihad Islamico. Altri sostengono che sono stati arrestati. 

Di fatto, l’esercito israeliano, con decine di veicoli militari, elicotteri, carrarmati, ha invaso il campo profughi, e ha sparato contro un gruppo di uomini armati riuniti all’ingresso del campo, ferendone 8.

I militari hanno anche fatto irruzione in alcune case.

Verso le 22 ora locale, i soldati israeliani hanno posto l’assedio all’ospedale di Jenin ordinando ai combattenti ricoverati di arrendersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.