Poliziotti israeliani aggrediscono un adolescente palestinese e gli rompono una gamba.

Gerusalemme. Agenti israeliani in borghese hanno aggredito un diciassettenne palestinese e gli hanno rotto una gamba, poi l’hanno portato prima all’ospedale Hadassa di Gerusalemme e, successivamente, al centro di detenzione di Nitzan, a Ramle.

E' quanto hanno denunciato ieri, 10 febbraio, esponenti del Centro palestinese per i detenuti.

Il giovane si chiama Muhammad Halabiyah, residente ad Abu Dis.

Halabiyah ha riferito all’Associazione di essere stato picchiato, poi condotto al centro di detenzione di Nitzan. Un detenuto, Ammar Qazaz, ha raccontato che quando  Halabiyah è arrivato nel carcere  era in condizioni miserevoli e in un forte stato di agitazione dovuto alle condizioni della gamba.

Qazaz ha detto che gli agenti di custodia hanno ignorato le richieste di  Halabiyah affinché venisse condotto in ospedale. Egli è invece stato lasciato in cella, ferito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.