Possibili infiltrazioni nella programmazione televisiva nei T.O.: il gruppo Mbc esclude l'ipotesi di un sabotaggio

Dubai – InfoPal. Il portavoce del gruppo televisivo 'Mbc'*, Mazen Hayek è intervenuto in risposta alla notizia diffusa, negli ultimi due giorni, in base alla quale, ci sarebbero state delle infiltrazioni nella propria programmazione.

Le dichiarazioni, giunte da Hayek nelle ultime ore, escludono che vi sia stato un atto di sabotaggio e infiltrazione nella programmazione di Mbc.

Hayek aveva fatto sapere che i sospetti riguardavano lo spazio Mbc andato in onda nei Territori palestinesi occupati e che subito erano partire le indagini di verifica, anche per capire se gli stessi atti di pirateria avessero riguardato altri paesi arabi.

Il portavoce non si era pronunciato su eventuali responsabilità, pur non escludendo possibili operazioni d'intelligence.

Il corrispondente di Quds Press aveva raccontato di aver raccolto alcune testimonianze tra la popolazione della Striscia di Gaza.

Nei due giorni scorsi, i palestinesi di Gaza, nell'ora di un popolare programma, si sono visti recapitare, in un inglese sottotitolato in arabo un messaggio considerato ambiguo.

'La nostra presenza vuole rendervi felici e portavi la pace'. Questo il contenuto del messaggio al centro dei sospetti.

I telespettatori hanno subito pensato alla possibile matrice israeliana e restano gli interrogativi sull'accaduto, al vaglio degli inquirenti anche nel resto dei paesi arabi.

*Gruppo televisivo con sede negli Emirati Arabi Uniti tra i più popolari nel mondo arabo, con milioni di telespettatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.