Prigioniera palestinese, madre di 7 figli, ricoverata in ospedale a causa delle pessime condizioni sanitarie del carcere isreliano.

Una detenuta palestinese, Latifa Abu Dra’a, condannata a 25 anni di carcere e attualmente nella prigione femminile israeliana di Hasharon, è stata trasportata di corsa in un ospedale israeliano a causa del deteriorarsi delle sue condizioni di salute provocate dalla mancanza di cure mediche e delle precarie condizioni igienico-sanitarie.

La famiglia si è rivolta al Comitato internazionale della Croce Rossa affinché visiti la loro congiunta. 

Latifa Abu Dra’a è mamma di 7 bambini ed è una delle 126 donne palestinesi rinchiuse nelle prigioni israeliane.

La Croce Rossa internazionale e altre istituzioni per la difesa dei diritti umani denunciano una situazione di continui maltrattamenti, di mancanza di adeguate condizioni igienico-sanitarie e di cure mediche nelle prigioni israeliane. Questa situazione ha già provocato la morte di decine di prigionieri palestinesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.