Prigionieri palestinesi a rischio di deportazione

an-Nasira (Nazareth) – Infopal. Il Centro per i prigionieri palestinesi ha informato che la Commissione Sionista avrebbe ricevuto l'incarico di studiare e decidere per la deportazione di alcuni prigionieri palestinesi.

Oggi, 9 giugno, la Commissione incontrerà un giudice militare della prigione di Ofer per discutere la possibilità di applicazione dell'ordine militare 1650 in base al quale un prigioniero o un cittadino dei “Territori Palestinesi Occupati” possono essere deportati fuori dal Paese.

Ancora una volta, i “motivi di sicurezza” sono la giustificazione delle misure sioniste dirette all'allontanamento della popolazione palestinese dalla propria terra.

Il Centro palestinese ha reso noti i nomi dei prigionieri palestinesi sui quali incombe lo spettro dell'ordine militare 1650: Khaled Bani 'Odeh (studente di Tubas), i due fratelli Mahmoud e Mohammed Abu Zuwaid (di al-Khalil/Hebron), Nasri 'Atwan (Betlemme), Ahmed Zaydat (al-Khalil/Hebron), Samer Hammad (Silwad), Marwan Mohammad 'Ali Fraj, Majd Mohammed Barghul.

Vari tentativi di persuasione erano stati fatti dal Centro per i prigionieri palestinesi, da legali e dal Ministero per gli Affari dei Detenuti, ma applicando quest'ordine militare la Commissione Sionista sta tentando di sottrarsi alla Corte Suprema Israeliana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.