Prigionieri palestinesi umiliati in stile Abu Ghreib.

Palestine.info. L'organizzazione israeliana “Shovrim Shtika” (Rompere il silenzio) ha diffuso le foto postate da soldati israeliani via internet che li mostrano a fianco di prigionieri palestinesi o cadaveri, in atteggiamento di gioia.

Le foto, che mostrano i soldati israeliani con palestinesi ammanettati o bendati o con cadaveri distesi per terra, mettono in evidenza il piacere che i militari provano normalmente nell'uccidere o nell'arrestare i palestinesi.

Queste nuove rivelazioni giungono un giorno dopo che una donna soldato aveva postato su Facebook foto che la ritraggono mentre sorride affettatamente a detenuti palestinesi ammanettati e bendati vicino a lei.

Da parte sua, il Centro per gli Studi sui prigionieri ha rivolto un appello alle organizzazioni internazionali per i diritti umani affinché si occupino delle violazioni israeliane commesse contro i palestinesi e i detenuti ai checkpoint militari.

Il direttore del Centro, Ra'fat Hamdouna, ha dichiarato ieri che le violazioni israeliane contro i cittadini palestinesi e i prigionieri vanno oltre oltre ogni limite e sono intollerabili, similmente a quanto accadde nelle prigioni di Abu Ghraib e Guantanamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.