Prima seduta del tribunale di Gaza dopo la presa di potere da parte di Hamas.

Gaza – Infopal

Una seduta del tribunale militare nella città di gaza per processare un giovane palestinese accusato di un omicidio a Rafah, a sud della Striscia di Gaza: è la prima volta che accade da quando Hamas ha preso il controllo della Striscia, a metà di giugno scorso.
La seduta è stata rimandata a giovedì prossimo a seguito del ritiro dell’avvocato dell’omicida. Il tribunale è stato costretto a incaricare altre tre avvocati per difendere l’accusato.
La procura generale ha accusato Yaser az-Zanun di aver ucciso intenzionalmente il cittadino Ismail al-Mashukhi, 43 anni, residente nella città di Rafah, ufficiale delle forze di intelligence.
La polizia aveva trovato il cadavere di al-Mashukhi il 29 luglio scorso, nella zona al-Mawasi, a ovest di Rafah, a 24 ore dalla sua scomparsa. Il corpo portava evidenti segni di torture.
Fonti mediche all’interno dell’ospedale ash-Shifa hanno confermato che la vittima è deceduta a seguito delle torture subite: sul cadavere, infatti, non c’erano segni d’arma da fuoco.
La polizia palestinese aveva arrestato tre giovani, che poi hanno ammesso di aver commesso l’omicidio.
Fonti della polizia avevano rivelato che tra gli arrestati c’era un amico della vittima, che lavorava nelle forze di sicurezza preventiva (Fatah). Il movente sarebbe legato a "problemi personali" tra i quattro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.