Processo di ebraicizzazione di Gerusalemme, priorità nazionale: nuovo disegno di legge

Al-Quds (Gerusalemme) – Pal-Info, InfoPal. Ieri, 24 ottobre, il comitato ministeriale israeliano per gli affari legislativi ha dato l'appoggio ad un progetto di legge in cui al-Quds (Gerusalemme) viene dichiarata un'”area di priorità nazionale di primo ordine per quanto riguarda edilizia, occupazione ed educazione”.

Tutto ciò si traduce in uno slancio nel processo di ebraicizzazione della città.

Stando a quanto riporta la stampa insreliana, sulla scia di questo progetto legislativo, saranno presto avviati nuovi programmi edilizi che riguarderanno pure Gerusalemme est.

Le giovani generazioni saranno incoraggiate a restare in città e saranno invitate a farlo per mezzo di  agevolazioni come l'esenzione fiscale sulle proprietà.

Il quotidiano israeliano Yediot Ahronot riferisce che dietro questa nuova ipotesi vi è la maggioranza dei ministri di governo, in piena linea politica statale.

“Il nuovo progetto di legge conferirà a Gerusalemme la medesima priorità nazionale che finora riguardava le zone di periferia della città. Tra le altre cose, l'intento del legislatore è quello di porre le opere di costruzione in testa all'agenda politica.

Nel piano non si fa cenno alla zone al di fuori della Linea Verde e pertanto il nuovo disegno di legge potrebbe interessare pure i quartieri israeliani ad est della Linea Verde.

A Gerusalemme, il governo rivolgerà anche una priorità nel settori dell'occupazione e dell'educazione che – a detta dei fautori del disegno di legge – contribuiranno ad una modifica demografica di ogni area, dando per inteso un aumento della presenza ebraica

Il ministro della Comunicazione, Moshe Kahlon, ha affermato: “Qualora il disegno divetasse legge, passerà un chiaro ed inequivocabile messaggio politico: “Gerusalemme non sarà divisa”, e ha aggiunto: “Si sbagliano coloro – tra i palestinesi e gli internazionali – che credono di poter avanzare richieste ad Israele sulla sovranità israeliana sulla sua 'capitale'”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.