Prodotti avariati e con scadenza falsificata venduti ai palestinesi da aziende israeliane

Ramallah – InfoPal. Il ministero dell'Economia nazionale palestinese ha annunciato che “esperti per la difesa del consumatore” dipendenti dal ministero stesso hanno verificato che prodotti israeliani avariati erano pronti per la distribuzione sui mercati palestinesi. 

È stato infatti verificato che la data di scadenza era stata artatamente modificata. 

La merce ammonta a circa una tonnellata di cioccolata israeliana, che risulta non essere in linea con le informazioni stampate sugli involucri. 

Gli esperti del nucleo anti-sofisticazioni hanno stabilito che la ditta israeliana che ha esportato i prodotti nei territori palestinesi ne ha modificato la data di scadenza attaccando sopra la precedente una nuova informativa che falsamente assicurava essere il prodotto in questione ancora valido. 

Il direttore del Dipartimento di difesa dei consumatori presso il ministero dell'Economia, 'Abd el-Hamid Mazhar, considera la questione “un crimine economico che rappresenta un pericolo per la salute dei cittadini palestinesi”, e ha aggiunto che i palestinesi, assieme ai loro colleghi israeliani, stanno seguendo con attenzione la vicenda. 

A Tulkarem, inoltre, agenti dello stesso Dipartimento hanno verificato che 2,5 tonnellate di farina non portavano indicata la data di scadenza, cosicché questa partita di merce è stata inviata presso una fabbrica che la trasformerà in mangime per animali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.