Proiettili di ‘gomma’ contro pacifisti di Nil’in: un ragazzo gravemente ferito.

Infopal – Ramallah. Ieri pomeriggio, a Nil’in, l’esercito israeliano ha ferito 7 pacifisti che manifestavano contro il Muro di Annessione. Uno versa in gravi condizioni: si tratta di Haytham Ellayan, 20 anni, raggiunto alla testa da un proiettile di acciaio rivestito di gomma. Il soldato che lo ha colpito gli ha sparato da distanza ravvicinata.

I proiettili cosiddetti di "gomma" sono micidiali, come quelli "normali", ma nella "neo-lingua" bellica usata dai media internazionali e dall’esercito di Israele suonano meno pericolosi…

Testimoni oculari hanno dichiarato che dopo le violenze di ieri contro la pacifica manifestazione di protesta, le truppe israeliane hanno assaltato la cittadina e sparato alla cieca. Giovani locali hanno risposto lanciando pietre e bottiglie vuote.

I soldati hanno sparato lacrimogeni contro la popolazione, provocando decine di casi di intossicazione.

A Nil’in, come in altri villaggi e città della Cisgiordania, Israele ha sottratto ampi appezzamenti di terre agricole per edificare il mostruoso Muro di cemento che ha trasformato la regione in tanti banthustan in stile sudafricano dei tempi dell’Apartheid.

La cittadina, come Bil’in e altre, sta attuando una strategia di lotta nonviolenta contro gli abusi e le aggressioni delle forze di occupazione, affiancata da pacifisti e sostenitori internazionali e israeliani.

Altre notizie su Nil’in, Bil’in e la resistenza nonviolenta sono contenute nel nostro apposito spazio in fondo alla homepage.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.